Gli influencer: chi sono e cosa fanno?

E’ di ieri, mercoledì 03 luglio 2019,  la notizia apparsa on line su “Il Giornale.it”, che Chiara Nasti, famosa modella e influencer partenopea, avrebbe dichiarato di non bere più acqua da ben due anni ma soltanto coca – cola e acqua di cocco. Dall’articolo di Francesca Galici, si viene a sapere che la succitata, ha un seguito di ben due milioni di follower, tra i quali moltissimi sono giovanissimi teen ager per i quali la Nasti rappresenta un modello da seguire. E’ fantascientifico aspettarsi che ci possano essere casi di emulazione? Temo di no. Di conseguenza, prendiamo l’accaduto per riflettere sulla responsabilità che deriva dall’utilizzare un mezzo di comunicazione come il web, soprattutto quando gli utenti che ti seguono non hanno pienamente sviluppato le capacità di critica e di giudizio e non sono consapevoli delle conseguenze che potrebbe derivare dal seguire pedissequamente certe mode, tendenze o quant’altro. Anche in questo caso appare evidente la mancanza di controllo, di monitoraggio. Ci dovrebbe essere, pure in questi contesti, un garante che tuteli e protegga i diritti alla sicurezza dell’utenza e intervenga per bloccare e punire i comportamenti irresponsabili di coloro che con leggerezza, o peggio, con malafede, cerchino di influenzare le menti per indurre comportamenti lesivi dell’altrui incolumità fisica e psicologica. Ma chi sono gli influencer? In https://www.impulsemag.it/lifestyle/web-lifestyle/influencer-chi-sono/ apprendiamo che ” un influencer è una persona in grado di influenzare positivamente l’opinione altrui (parliamo dei followers) e soprattutto il loro comportamento in merito agli acquisti. Si tratta quindi di persone che, attraverso i post condivisi sui loro canali social, offrono maggiore visibilità ad un insieme di prodotti di un determinato brand.” E ancora: “Qual è lo scopo di tutto ciò? E’ chiaramente quello di aumentare il processo di vendita di quel prodotto: si tratta pertanto, a tutti gli effetti, di una strategia di marketing (…)quella degli influencer si è trasformata in una vera e propria strategia di marketing. Si parla infatti di influencer marketing e chi lavora in ambito web marketing e digital PR lo sa bene. Il numero delle aziende disposte ad investire il loro budget aziendale in campagne di influencer marketing cresce, ogni giorno, a vista d’occhio. (…)Vi siete chiesti qual è la ragione che ha reso questa nuova strategia di marketing così diffusa ed utilizzata. Se ci pensate su vi accorgerete che si tratta della sua semplicità. Ovvero: chi fa l’ influencer trasmette un’idea di normalità anche se in quel momento si tratta di un messaggio promozionale volto a vendere/pubblicizzare qualcosa, ed è proprio questo il principale punto di forza delle strategie di influencer marketing. Le persone scelte come influencer sono, nella maggior parte dei casi, persone normalissime e non star altolocate; attraverso i loro racconti ed i loro post, riescono a trasmettere ai followers (ovvero ai consumatori) un’idea di autenticità credibilità nel brand di cui parlano, generando così una sensazione di fiducia verso il prodotto pubblicizzato. Il tutto in maniera meno aggressiva delle tradizionali campagne pubblicitarie a cui siamo abituati. Inutile negarlo: così facendo, le persone tendono a fidarsi di più e sono più propense ad acquistare. E quindi sì, con i loro contenuti, gli influencer possono far pubblicità a prodotti e brand e riescono ad influenzare i comportamenti dei consumatori. Ecco perché tante aziende si rivolgono a queste figure per promuovere la propria immagine aziendale.” E’ un fenomeno apparentemente nuovo che va studiato a fondo perché anche qui potrebbero annidarsi rischi di manipolazione mentale che, in certi casi, non è positiva per niente.

0 Comments


Would you like to share your thoughts?

Would you like to share your thoughts?

Lascia un commento

Se sei titolare di uno studio legale, o se come individuo hai bisogno di un Consulente in ambito civile o penale per far valere i tuoi diritti, o sei titolare di Un’organizzazione e vuoi migliorare le sue prestazioni, allora visita la sez Servizi o contattami per ulteriori informazioni . Il Mio approccio psicologico clinico, psicoterapeutico e psicologico forense è integrato, ciò significa che da me troverai una risposta specifica alla tua particolare soluzione e il mio intervento sarà finalizzato ad affrontarla e risolverla nella sua complessità.

© Dr. Massimo Buttarini. All rights reserved - P.Iva 02042800546 - Web Project Marco Brughi - Hosting by DigiNetwork

Privacy Policy