manipolazione mentale e abusi psicologici

Ho appena finito di fare una consulenza con una persona che seguo come fuoriuscito da un gruppo psicosettario. Parlandomi delle cose che lo hanno fatto star sveglio ha fatto riferimento allo stato di frustrazione e di impotenza che prova nei confronti di coloro che tanta incidenza hanno avuto nella sua vita personale e relazionale. Ci siamo quindi confrontati su delle eventuali strategie da mettere a punto e gli ho parlato dell’avvocato con cui mi sarei sicuramente confrontato quanto prima. Ad un certo punto un mezzo sorriso gli si è dipinto sul volto così gliene ho chiesto ragione e lui mi ha risposto che è veramente assurdo che dobbiamo essere noi a preoccuparci delle eventuali conseguenze legali e non coloro che per anni hanno minato ad arte tutti i suoi punti di riferimento. Voglio prendere spunto da questo per richiamare l’attenzione di tutti su un contesto, quello della manipolazione mentale, dove si coglie un vuoto legislativo enorme. Ma non solo. Si coglie fortemente anche la necessità di formare e sensibilizzare coloro che poi dovrebbero intervenire. Mi riferisco alle forze dell’ordine ma anche agli organi giudicanti, la magistratura nei suoi vari gradini. Questo è un tema che tratterò il più approfonditamente possibile e alla manipolazione mentale e ad altre forme di abuso ho dedicato un blog specifico oltre ad aver curato uno spazio dedicato all’argomento nella home page del sito. Mi occuperò anche degli abusi che avvengono all’interno delle relazioni sanitarie con particolare riferimento alla relazione psicoterapeuta paziente. Anche qui molti colleghi hanno le idee poco chiare. E’ necessario che prima di intraprendere certe professioni, la persona abbia fatto un percorso di analisi personale più che onesto. Se ho paura del rifiuto tenderò a preferire persone fragili, insicure, dipendenti, che non mi possano dire di no, magari perché mi hanno affidato la loro vita, perché mi vivono come la loro ultima possibilità, perché il mio ruolo innesca delle proiezioni quasi divine dalle quali sono investito e se per sentirmi bene e sicuro, se dentro di me c’è un malsano desiderio di riscatto, mi ci identificherò e le utilizzerò al servizio della mia brama di potere. Il mio narcisismo malato e non elaborato diventerà un’arma micidiale. Primo non nuocere. Su questo non si può discutere.

0 Comments


Would you like to share your thoughts?

Would you like to share your thoughts?

Lascia un commento

Se sei titolare di uno studio legale, o se come individuo hai bisogno di un Consulente in ambito civile o penale per far valere i tuoi diritti, o sei titolare di Un’organizzazione e vuoi migliorare le sue prestazioni, allora visita la sez Servizi o contattami per ulteriori informazioni . Il Mio approccio psicologico clinico, psicoterapeutico e psicologico forense è integrato, ciò significa che da me troverai una risposta specifica alla tua particolare soluzione e il mio intervento sarà finalizzato ad affrontarla e risolverla nella sua complessità.

© Dr. Massimo Buttarini. All rights reserved - P.Iva 02042800546 - Web Project Marco Brughi - Hosting by DigiNetwork

Privacy Policy